un film di

Gabriele Salvatores

Scrivi il Ragazzo Invisibile 2

Indigo Film, con il patrocinio di Agiscuola, per il nuovo film di Gabriele Salvatores Il ragazzo invisibile indice un concorso a livello nazionale destinato agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e di II grado. Basato sulla proiezione del film, agli allievi delle scuole che intendono far partecipare i propri alunni, chiediamo di scrivere, sottoforma di racconto, il sequel “Il ragazzo invisibile 2” (come inizia, quali personaggi si ritrovano e quali nuovi subentrano, che cosa accade, dove si svolge, ecc.). Tra i premi in palio vinci la Mostra del Cinema di Venezia, un'esperienza sul set, una visita a Cinecittà, ingressi al cinema e regali alla tua scuola 5000 euro in forniture dedicate all'educazione all’immagine. Tutte le info per partecipare sono disponibili nel regolamento.

Ecco chi sono i giurati:

Nicola Giuliano

E’ nato a Napoli nel 1966. Dopo essersi laureato con lode in Giurisprudenza presso l’Università di Napoli, si diploma in Produzione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Nel 1994 fonda con Francesca Cima e Carlotta Calori la Indigo Film. Ha prodotto l’esordio cinematografico di Paolo Sorrentino “L’uomo in più” e la loro collaborazione non si è mai interrotta da allora. Tra i film prodotti figurano: “La doppia ora” di Giuseppe Capotondi”, “La ragazza del lago” di Andrea Molaioli e “La bocca del lupo” di Pietro Marcello. Al momento Nicola Giuliano è impegnato nella produzione del nuovo film di Paolo Sorrentino “Il futuro”. Ha vinto 2 David di Donatello e 2 Nastri d’Argento come miglior produttore. Inoltre, con “La grande bellezza” ha recentemente vinto il Premio Oscar per il miglior film in lingua straniera, il premio BAFTA, il Golden Globe e lo European Film Award. Affianca all’attività di produttore quella di docente presso la Scuola Nazionale di Cinema a Roma, il Corso di Laurea in Scienza della Comunicazione presso L’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli, il DAMS di Bologna, lo IULM di Milano.

Gabriele Salvatores

Nasce a Napoli nel 1950, si trasferisce poi a Milano dove si diploma presso l’Accademia d’Arte Drammatica del Piccolo Teatro. Nel 1972 è tra i fondatori del Teatro dell’Elfo che nel giro di pochi anni diventa punto di riferimento per tutta una generazione di giovani spettatori. Tra gli anni ’70 e gli anni ’80 Salvatores mette in scena per l’Elfo 21 regie teatrali. Nel 1981 realizza un musical-rock tratto da “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare che raggiunge la cifra record di 200.000 presenze. Nel 1982 questo spettacolo diviene il primo lungometraggio di Salvatores segnando il suo progressivo spostamento dalla regia teatrale alla realizzazione di altri progetti, compresi video-clip e spot pubblicitari. Nel 1986 Gabriele Salvatores, Maurizio Totti e Diego Abatantuono fondano la Colorado Film Production che da vita al secondo film di Gabriele Salvatores, “Kamikazen – Ultima notte a Milano”. Nel 1989 escono i suoi film “Marrakech Express” e “Turné” cui segue, nel 1991, “Mediterraneo”, vincitore del premio Oscar come miglior film straniero (1992). Nel 1992 Salvatores realizza “Puerto Escondido”, il più grande successo della stagione cinematografica 1992/1993. L’anno seguente è la volta di “Sud”. A questo seguiranno due film sperimentali e coraggiosi, “Nirvana”, campione d’incassi nel 1996, e “Denti”, presentato alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2000. Nel 2001 dirige “Amnésia” e l’anno seguente “Io non ho paura” presentato in concorso al Festival di Berlino e successivamente selezionato quale candidato italiano all’Oscar nel 2004. “Io non ho paura” ha ottenuto un gran successo di critica e pubblico ed è stato venduto in 32 Paesi. Nel 2004 dirige “Quo Vadis Baby?”. Segue “Come Dio Comanda”, tratto dall’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti. Nel 2009 Gabriele Salvatores gira a Milano la commedia “Happy Family” mentre nel 2010 Gabriele Salvatores fa parte della Giuria della 67° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia presieduta da Quentin Tarantino. Sempre a Venezia presenta il documentario “1960” realizzato grazie ai materiali d’archivio delle Teche Rai, che viene trasmesso nell’ottobre 2010 su Rai Tre. Nel 2013 Gabriele Salvatores realizza “Educazione Siberiana”, film tratto dall’omonimo romanzo di Nicolai Lilin ed interpretato da John Malkovich. Nel 2014 cura la regia del film collettivo “Italy in a day”, presentato fuori concorso alla 71° Mostra d’Arte Cinematografi ca.

Alessandro Fabbri

Nato a Ravenna nel 1978, vive a Roma. E’ autore di narrativa e sceneggiatore. Nel 1996 ha vinto il premio Campiello Giovani col romanzo breve Mai fidarsi di un uomo che indossa un trench blu (Marsilio,1997). Ha pubblicato i romanzi Mosche a Hollywood (Minimum Fax, 2000), Quell’estate di sangue e di luna (a quattro mani con Eraldo Baldini, Einaudi Stile Libero, 2008) e Il re dell’ultima spiaggia (Bompiani, 2010). Come sceneggiatore per la tv è autore di puntate di diverse serie televisive. Ha firmato l’adattamento italiano della serie In treatment, ha ideato e scritto con Luca Rossi la serie Catturandi (in uscita nel 2015) e, insieme a Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, è creatore e sceneggiatore della serie 1992. Per il cinema, con Rampoldi e Sardo ha scritto La doppia ora e Il ragazzo invisibile, firmando con loro l’omonimo romanzo in uscita con Salani a fine 2014.

Ludovica Rampoldi

Sceneggiatrice, nasce a Roma nel 1979. Ha iniziato a lavorare collaborando al copione de La ragazza del lago di Andrea Molaioli, e in seguito ha firmato soggetti e sceneggiature di vari film tra cui La doppia ora di Giuseppe Capotondi, Il gioiellino di Andrea Molaioli, La kryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo. Per la televisione ha curato l’adattamento italiano della serie In treatment regia di Saverio Costanzo, andata in onda su Sky Cinema. Sempre per il canale satellitare ha lavorato alla scrittura di Gomorra - La serie per la regia di Stefano Sollima, Claudio Cupellini e Francesca Comencini e di 1992, di prossima messa in onda, per la regia di Giuseppe Gagliardi.

Stefano Sardo

Nasce a Bra, nel ‘72. Firma sceneggiature per la tv e per il cinema (tra cui La doppia ora, Tatanka e Workers – pronti a tutto). In squadra con Fabbri e Rampoldi, oltre a Il ragazzo invisibile, ha creato la nuova serie SKY, 1992 e ha firmato l’adattamento italiano di In treatment. Nel 2013 ha diretto il documentario Slow food story. Ha pubblicato un romanzo, L’America delle Kessler (ed. Arcana, 2002) e alcuni racconti e sta per pubblicare con Salani il romanzo Il Ragazzo invisibile, ispirato al film. Musicista, è il leader dei Mambassa – band nata nel ’95 con 5 album all’attivo.

Una canzone per il "Ragazzo invisibile"

PLBNT7QCXOemQVf8qoc36Nmy57r987dvat